LVF: Conegliano-Monza 3 a 0; 21 punti di Egonu all’esordio con le pantere

L’inno di Elio e Le Storie Tese “La Partita di Volléy” è la colonna sonora dell’anticipo che apre la 75esima edizione del Campionato Femminile di Pallavolo. Premiate Anna Danesi (ex di giornata) e Paola Egonu (miglior realizzatrice della passata stagione), mentre la capitana Wolosz issa lo stendardo celebrativo del terzo scudetto. Più di 4.700 spettatori al Pala Verde per l’esordio del nuovo opposto di Conegliano Paola Egonu, che prende il posto di Samantha Fabris volata in Russia (alla corte della Dinamo Kazan). Con l’assenza di Kimberly Hill, Daniele Santarelli dà spazio nel sestetto titolare alla giovane schiacciatrice tedesca Jennifer Gerties; completano la formazione Wolosz in palleggio, Folie e De Kruijf al centro, Sylla in attacco ed il libero De Gennaro. Monza, oltre all’assenza di Begic (rottura del crociato), deve fare i conti le non perfette condizioni di Meijners e Orthmann. L’olandese parte comunque titolare mentre al posto della tedesca Massimo Diagioni preferisce l’esperienza della brasiliana Mari Paraiba, con la diagonale Ortolani-Skorupa, le centrali Heyrmann (al rientro nel campionato italiano) e Danesi, il libero Parrocchiale. Primo Set. Si parte con Anna Danesi al servizio. Il primo pallone di Wolosz è per il neoacquisto Egonu il cui attacco è però difeso da Skorupa; sulla free ball che ne scaturisce De Krujf mette a segno il primo tempo che apre le danze. Egonu va al servizio e si presenta subito al cospetto dei propri tifosi con un ace. Monza fatica in ricezione e costringe Skorupa a correre per il campo. Il primo punto di Egonu in attacco, un muro di Folie su Ortolani ed un contrattacco vincente di Sylla, regalano alle pantere nere il primo allungo (8-4). Le ospiti, al di là degli automatismi da trovare, hanno qualità da vendere ed appena Conegliano abbassa la concentrazione ne approfittano e rientrano (13-13). Monza avrebbe anche l’opprtunità del sorpasso ma Egonu (al termine di uno scambio lunghissimo) tiene davanti le sue compagne (14-13), che riprendono il filo e poi dilagano nella parte finale. Ancora Egonu mette giù il pallone che chiude il parziale: 25-19 per le padrone di casa. Secondo Set. Il secondo si gioca sul filo dell’equilibrio, tra sorpassi e controsorpassi. Skorupa approfitta di una migliore ricezione per variare di più il gioco, riuscendo a coinvolgere anche le centrali con maggiore continuità. Sono proprio due punti consecutivi di Anna Danesi (muro su Egonu e punto di prima intenzione a rete dopo un gran servizio di Meijners) a dare il vantaggio alle ospiti a metà parziale: 15-13. Conegliano reagisce e grazie ad un muro di Folie su Paraiba ed un contrattacco di Egonu rimette la testa avanti (19-18). Sul 22 pari Diagioni si gioca la carta Orthmann al posto di Mari Paraiba. Un altro gran servizio di Meijners mette ancora in difficoltà la ricezione delle pantere ed Anna Danesi ne approfitta ancora: 23-22. Sul 23 pari il muro di Robin De Kruijf sulla Orthmann vale il set point che Egonu concretizzaa con un grande ace (diagonale corta) che porta l’Imoco sul 2 a 0 (25-23). Terzo Set. L’occasione sfumata pesa sul morale delle ospiti, che nel terzo set vengono subito distanziate dalle pantere nere, determinate a chiudere i giochi. Due punti consecutivi di Folie scavano il solco (14-9) che la Saugella non ha più la forza di provare a colmare, perchè anche quando Conegliano nel finale abbassa un po’ la concentrazione, grazie al muro rispedisce al mittente le occasioni di contrattacco delle ospiti. Un primo tempo di De Kruijf fa calare il sipario su un match che, seppur dominato dalla campionesse d’Italia in carica, ha lasciato intravedere tutto il potenziale di Monza. Finisce 25-19, 25-23, 25-20.  Egonu bagna il suo esordio con una prestazione maiuscola per la qualità e la varietà dei colpi in attacco, chiudendo il match da miglior realizzatrice con ben 21 punti a referto; bene anche Sylla (con 16 punti messi a segno) e le centrali (13 punti per Folie con 6 muri, 8 per De Kruijf). Per Monza ci sono 13 punti di Ortolani, 10 di Heyrmann, 9 di Danesi, 6 di Meijners e Paraiba.

(Foto: Twitter @ImocoVolley – Dati: legavolleyfemminile.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...