Lega Pallavolo Serie A, Modena passa con autorevolezza a Piacenza: 3 a 0

Ivan Zaytsev, top scorer di giornata con 17 punti (Foto Facebook Modena Volley)
Ivan Zaytsev, top scorer con 17 punti (Foto Facebook Modena Volley)

Piacenza. Sono 2.707 gli spettatori presenti al Pala Banca per il derby emiliano tra i padroni di casa della Gas Sales Piacenza di Andrea Gardini e la Leo Shoes Modena di Andrea Giani. Piacenza cerca conferme dopo la buona pallavolo mostrata nella prima di campionato a Civitanova, Modena la seconda vittoria e l’affiatamento dopo la prima vera settimana di lavoro in palestra con il roster al completo. Piacenza in campo con la diagonale Cavanna / Nelli, Berger e Kooy in banda, Stankovic e Krsmanovic al centro, libero Scanferla; i gialloblu con la diagonale Christenson / Zaytsev, Anderson e Bednorz in banda, Holt e Mazzone al centro, libero Rossini. Primo set. il primo tempo di Stankovic apre il match, Bednorz risponde in pipe. Il primo break è per Modena: muro di Holt su Kooy, poi Berger manda in rete la pipe per il 4 a 2 in favore degli ospiti. L’ace di Zaytsev vale il più tre (6-3), Nelli in contrattacco potrebbe accorciare ma Anderson lo ferma a muro (8-5). Ci pensa allora la serie in battuta di Kooy a ribaltare il punteggio: ace, muro di Krsmanovic su Bednorz, un altro ace di Kooy e poi il contrattacco di Nelli (13-11). Una ricezione perfetta di Rossini consente a Christenson di giocare la pipe con Anderson, Zaytsev va al servizio e pareggia con l’ace (13-13). Anche i padroni di casa però tirano a tutto braccio: due battute vincenti di Nelli valgono il più tre (17-14). Giani inserisce Kaliberda al posto di Bednorz per rinforzare la ricezione ma a Piacenza sembra riuscire tutto ed allunga, prima con un tocco di seconda di Cavanna (19-15), poi con contrattacco di Kooy che vale il massimo vantaggio: 21-16. Sembra lo strappo decisivo ma, come una settimana fa a Civitanova, alla squadra di Gardini manca il killer instinct, e Modena rientra. La pipe di Anderson apre la serie al servizio di Mazzone (ace, contrattacco di  Bednorz ed altra battuta vincente – la seconda con l’aiuto del nastro) che riporta Modena a meno uno (21-22); poi un gran servizio di Zaytsev che ritorna nella metà campo gialloblu consente ad Holt di attaccare il pallone che vale la parità a quota 23. Il primo tempo di Krsmanovic vale il set point per i padroni di casa (24-23), ma lo stesso centrale sbaglia il servizio (24-24). Chi non sbaglia più è invece Modena: muro di Holt su Nelli (25-24), poi Bednorz chiude con l’ace sul 26-24 per la squadra di Andrea Giani, brava a riacciuffare un parziale che sul meno cinque sembrava più che compromesso. Secondo set. La rimonta subita pesa sul morale di Piacenza, che non parte con la stessa convinzione. Il servizio di Anderson mette in difficoltà la ricezione dei padroni di casa, Mazzone ne approffitta, poi lo statunitense fa ace diretto (4-1) continuando nella serie a mettere in crisi i giocatori di Gardini, con Cavanna che fatica a mettere i suoi attaccanti nelle migliori condizioni per schiacciare; Kooy subisce il muro di Bednorz e poi attacca out: 6-1 per Modena. Nelli interrompe la serie, ma l’ace di Zaytsev e la successiva invasione di Berger danno ai gialloblu il nuovo massimo vantaggio: 10-4. Gardini cambia il libero inserendo Fanuli per Scanferla, ma sono due errori in attacco di Modena (Holt e Zaytsev) ad evitare che gli ospiti dilaghino. Piacenza non serve come nel primo parziale, a differenza di Modena che continua a martellare dalla linea dei nove metri: ace di Bednorz (18-12). Nelli prova a trascinare i suoi alla rimonta con due contrattacchi vincenti, il primo su una battuta di Fei (entrato nel finale), il secondo sul turno al servizio di Kooy (20-23), prima che lo schiacciatore di Piacenza commetta l’errore in battuta che regala quattro set point alla formazione di Giani: ancora Nelli annulla la prima, ma Bednorz chiude subito dopo sul 25 a 21. Terzo set. E’ sempre dal servizio che Modena costruisce le sue fortune: turno di servizio di Anderson che vale il contrattacco in primo tempo di Mazzone, poi tre ace consecutivi (5-1). I gialloblu si esaltano, la ricezione (non più in difficoltà come nel primo parziale) consente a Christenson di mettere i propri attaccanti (compresi i centrali che, come di consueto, cerca con continuità) nelle migliori condizioni: Zaytsev è praticamente inarrestabile, Mazzone spicca per efficienza. Errore di Kooy ed ace di Bednorz: 11-4. Piacenza non reagisce e Modena si accontenta di gestire il cambio palla. Muro di Holt su Berger: 22-15. Zaytsev conquista il match point con l’ennesimo grande attacco da seconda linea (24-17). Finisce con l’errore al servizio degli uomini di Gardini: 25-18. Zaytsev è il top scorer di giornata (17 punti). Per la squadra di Giani sono 12 gli ace (a fronte di 11 errori), contro i 4 di Piacenza (con 16 errori). Muri: 6 a 4 per Modena. (dati: Lega Pallavolo Serie A)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...