La Supercoppa è di Perugia: nella spettacolare finale la Sir Safety Conad supera 3 a 2 la Leo Shoes Modena!

L’esultanza dei giocatori della Sir Safety Conad Perugia (Foto Lega Pallavolo Serie A)

Civitanova. Dopo le due semifinali spettacolo di ieri, l’Eurosuole Forum diventa il palcoscenico della finale. Modena, detentrice del trofeo, va a caccia del quinto titolo, Perugia del secondo. Vital Heynen manda in campo la Sir Safety Conad Perugia con De Cecco ed Atanasijevic in diagonale, Lanza e Leon in banda, Podrascanin (completamente recuperato, ieri era subentrato) e Ricci al centro, libero Colaci. Per Modena, Andrea Giani conferma i titolarissimi con la diagonale Christenson / Zaytsev, Anderson e Bednorz in banda, Holt e Mazzone al centro, libero Rossini. Come sempre, l’inno di Mameli precede l’inizio del matxh. Primo set. Christenson al servizio, il muro contiene Leon ed Anderson contrattacca: 1 a 0 Modena. Tensione alta e tante battute sbagliate in avvio da un parte e dall’altra. Ma quando il servizio entra, fa la differenza: Leon mette in difficoltà Rossini e provoca la free ball che Lanza concrettizza: 4 a 3 Perugia. Modena rimette poi la testa avanti con il muro di Mazzone su Lanza (7-6). Nella prima metà del set Leon viene spesso letto e contenuto dal muro di modenese. De Cecco prova allora ad insistere su Atanasijevic che però (dopo due attacchi vincenti) mette out il tentativo in parallela: 10-8 per gli uomini di Giani. Leon, con il primo ace della partita, recupera il break e pareggia a quota 11. Ricci mette in difficoltà due volte consecutive Bednorz con la flottante: nel primo caso la ricezione del polacco a fil di rete costringe Christenson all’invasione; nel secondo caso il palleggiatore statunitense sceglie il tocco di seconda e va a segno. Ace di Bednorz: 14-13. Contrattacco di Zaytsev: 16-14. Leon avrebbe il contrattacco della parità, ma Mazzone lo ferma a muro: 18-16. Bednorz attacca out il contrattacco del possibile più tre e Perugia resta a contatto (19-20), poi aggancia la formazione di Giani poco dopo con l’ace di Atanasijevic: 21 a 21. Zaytsev da posto quattro trova il set point (24-23). Anderson spinge al servizio, ma Leon trova la parità anche con palla staccata (24-24). Zaytsev in parallela (25-24). Giani inserisce Pinali per la battuta, Perugia tiene ed Atanasijevic trova il mani fuori (25-25). Poi, due ace di Leon (il secondo con l’aiuto del nastro), ribaltano il set: 27 a 25 per Perugia che conquista il primo parziale. Secondo set. Si parte con il muro di Podrascanin (il primo di Perugia nel match) su Mazzone. Il serbo si ripete poco dopo su Zaytsev, poi Atanasijevic manda out l’opportunità di contrattacco, Zaytsev no e la Leo Shoes passa avanti nonostante l’avvio difficile (3 a 2). La flot di Mazzone manda in crisi la difesa di Perugia, azione prolungata che si conclude con la pipe vincente di Lanza, ma l’azione è da rigiocare perchè l’arbitro l’aveva interrotta. La Sir protesta ma si resta sul 3 a 2 per i gialloblù. Gli uomini di Heynen non si distraggono, De Cecco cerca di nuovo Lanza in pipe che pareggia (3 a 3). Invasione di Holt in attacco, Christenson gli dà una seconda opportunità ma il centrale viene contenuto e Leon contrattacca: 5 a 3 per Perugia. Leon subisce due muri consecutivi: Bedonorz prima e Zaytsev poi firmano così l’aggancio ed il sorpasso: 11-10 per gli uomini di Giani che poi allungano (12-10) in contrattacco con l’alzata di Rossini per Zaytsev. Perugia pareggia con il muro di Atanasijevic su Bednorz (13-13). Lanza contenuto a muro, Anderson trasforma il contrattacco e la Leo Shoes torna a più due, che diventa più tre dopo il tocco a rete di Mazzone in seguito al gran servizio di Christenson: è il massimo vantaggio (19-16). Heynen inserisce Plotrytskyi per Atanasijevic, Leon spedisce out il contrattacco della potenziale parità e Modena resta avanti: 21 a 19. Il primo ace di Modena è firmato da Zaytsev e vale il 23 a 20. Leon serve out: tre set point Modena (24-21). Bednorz sbaglia dai nove metri e viene sostituito da Kaliberda per rinforzare la ricezione. Il rientrante Atanasijevic accorcia in contrattacco (23-24). Anderson riceve la flot di Ricci, Christenson cerca Zaytsev che non fallisce: 25 a 23. Terzo set. Si viaggia sempre sul filo dell’equilibrio, squadre concentrate e cambi palla regolari. Modena prova ad allungare con che Anderson serve bene e mette in difficoltà la seconda linea di Perugia, Leon deve attaccare contro il muro a tre e viene fermato da Bednorz; Anderson torna al servizio e fa ace: 11 a 9 per la Leo Shoes. Perugia risponde subito con Leon la cui battuta consente a Ricci di chiudere a rete: 11 pari. La squadra di Heynen mette poi la testa avanti con il muro di Leon su Zaytsev (16-15). Ancora Leon mette in crisi la ricezione di Modena, Anderson alza per Bednorz che viene fermato a muro da Ricci: più due Perugia (19-17), che diventa un più tre con l’ace diretto (20-17). Turno al servizio di Zaytsev, Holt recupera un break in primo tempo e poi pareggia con il muro su Lanza (21-21). Ace di Atanasijevic, Perugia torna a più due (23-21). Bednorz sbaglia dai nove metri (24-22 e set point Perugia), Lanza idem (23-24). Chiude Leon: 25 a 23. La Sir Safety Conad si porta sul 2 a 1. Quarto set. La pipe di Anderson apre il parziale, seguono l’ace ed il contrattacco di Zaytsev, poi il muro di Bednorz su Atanasijevic: 4 a 0 per Modena in avvio. Contrattacco di Atanasijevic al termine di un’azione spettacolare, attacco di Zaytsev out, muro di De Cecco su Kaliberda (entrato per Bednorz) e la formazione di Heynen pareggia subito: 4 a 4. Ace di Holt, due  contrattacchi (Zaytsev ed Anderson) ed il muro su Atanasijevic: 9 a 5 Modena. Il muro di Mazzone su Atanasijevic e l’ace di Anderson valgono il nuovo massimo vantaggio: più 6 (13-7). Errore diretto in attacco di Leon, (15-8) e muro su Atanasijevic: gli uomini di Andrea Giani dilagano chiudendo di fatto il parziale (17-9). Heynen pensa al tie break ed inizia la girandola di cambi. L’attacco di Anderson (25 a 19) pareggia i conti: 2 a 2. Quinto set. Ace di Leon a 134 km/h: 2 a 0 per Perugia. De Cecco tiene il cambio palla con i centralli (Ricci, Podrascanin), Christenson si affida a Zaytsev che fa quattro su quattro, e pareggia in contrattacco: 4 pari. Muro a uno di Bednorz su Atanasijevic ed ace di Anderson: Modena mette la testa avanti (7 a 5). La squadra di Giani avrebbe anche la palla del più tre, ma Podrascanin a muro ferma il contrattacco di Bednorz e tiene in vita Perugia (6-7). Anderson porta le due formazioni al cambio di campo: 8 a 6. A questo punto, si scatena Leon: trova la parità con il muro su Zaytsev (8-8) e poi decide il match con la battuta: prima costringe Modena ad attaccare con palla staccata (errore di Bednorz), poi trova l’ace: 11 a 9 per la Sir. Gran battuta di Atanasijevic che torna nel campo di Perugia: De Cecco affida la free ball all’opposto serbo che trova il match point: 14-11. Atanasijevic sbaglia dai nove metri (12-14), ma non è un problema.  La chiude Podrascanin dopo un’azione prolungata: 15-12. La Supercoppa è di Perugia. A Modena non bastano i 30 punti di Zaytsev (top scorer) ed i 22 di Anderson. Per la Sir Leon (MVP) va a segno 21 volte, Atanasijevic 18. (Dati Lega Pallavolo Serie A)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...