Coppa di Russia, la festa è a Kazan: nella finale femminile la Dinamo prevale su Mosca (3-1); in quella maschile lo Zenit travolge San Pietroburgo (3-0)!

La capitana ed MVP Evgeniya Startseva esulta con la top scorer Samantha Fabris (Foto Dinamo-Kazan)

Kazan. Un grande classico delle ultime stagioni è la finale che vale la Coppa di Russia 2019: Dinamo Kazan contro Dinamo Mosca. La formazione di casa guidata da Ryshat Gilyazutdinov si ripresenta in campo con la stessa formazione che nella giornata di ieri ha eliminato la Lokomotiv Kaliningrad in semifinale, ovvero con con la capitana Evgeniya Startseva in palleggio e l’opposto Samantha Fabris a completare la diagonale, Irina Koroleva e Marina Maryukhnich al centro, Bethania De La Cruz (ex della partita) ed Olga Biryukova in banda, libero Anna Podkopaeva. Aleksandr Sukomel recupera Babeshina e Goncharova ma le lascia inizialmente in panchina, schierando la Dinamo Mosca con la palleggiatrice statunitense Lauren Carlini e l’opposto Daria Stolyarova sulla diagonale, le centrali Ekaterina Efimova ed Ekaterina Lyubushkina, le schiacciatrici Helena Havelkova e Viktoria Rusakova, i liberi Daria Talysheva per la difesa ed Ekaterina Raevskaia per la ricezione. L’inno della federazione russa e quello del Tatarstan precedono l’inizio del match. Primo set. Parziale che si apre con il primo tempo di Koroleva che dà inizio alle danze. Match intenso sin dalle prime azioni, con difese da parte di entrambe le squadre e scambi lunghi. Il primo break di vantaggio è per Kazan: lo mette a segno De La Cruz in contrattacco (7-5). Una difesa di Biryukova costringe la Dinamo Mosca a rigiocare il punto, ma al secondo tentativo l’attacco è out (10-7); Biryukova si rende protagonista anche con il contrattacco che vale il più quattro per le padrone di casa (11-7). Sukomel chiama il primo time out del match. Al rientro in campo Koroleva vince un punto a rete (12-7). Il tecnico della Dinamo Mosca cambia la diagonale inserendo Babeshina per Carlini e Goncharova per Stolyarova. La formazione moscovita accorcia fino al meno tre (10-13), ma il muro di Maryukhnich sul primo tempo di Efimova ristabilisce le distanze (16-11). Ace di Bethania De La Cruz (20-14). Goncharova diventa il punto di riferimento della sua squadra ed in contrattacco recupera un break (17-21). Kazan però è concentrata e non consente alle ospiti di rientrare: il tocco di seconda di Startseva vale il set point (24-19); Goncharova attacca out un pallone difficile da gestire e la formazione di casa si aggiudica il primo parziale 25 a 19. Secondo set. Avvio equilibrato. Il servizio di Samantha Fabris mette in difficoltà la ricezione della Dinamo Mosca e Biryukova in contrattacco concretizza la free ball (3 a 2 per Kazan). Il cambio palla di entrambe le squadre funziona bene; si viaggia punto a punto. Il primo break è per la Dinamo Mosca: lo firma Efimova sfruttando la free ball dopo la battuta di Lyubushkina che mette in difficoltà la ricezione di Kazan (10-8). Contrattacco in parallela di Havelkova: più tre per la Dinamo Mosca (12-9). Gilyazutdinov chiama time out. Muro di Lyubushkina su Biryukova (16-12). Muro di Koroleva su Rusakova (14-16). Al termine di un’azione lunga e spettacolare Samantha Fabris avrebbe il pallone del meno uno, ma Havelkova la ferma a muro sulla parallela (18-15). Il successivo muro di Efimova su Biryukova riporta le ospiti a più quattro (19-15). Muro di Marina Maryukhnich su Havelkova (17-20). Contrattacco di Rusakova (23-18). Muro di De La Cruz sulla fast di Lyubushkina (20-23) ed ace di Startseva (21-23). Sukomel chiama time out. Al rientro in campo il contrattacco di De La Cruz porta la formazione di Kazan a meno uno (22-23). Startseva difende su Goncharova, l’azione prosegue e sulla ricostruzione De La Cruz pareggia a quota 23. La fast di Lyubushkina vale il set point per la formazione moscovita (24-23); Rusakova difende sulla diagonale e contrattacca chiudendo il parziale: 25-23. Terzo set. De La Cruz al servizio mette in difficoltà la ricezione di Mosca, Koroleva ne approfitta e firma a rete (di prima intenzione) il 2 a 0 iniziale in favore della Dinamo Kazan. Goncharova attacca out un pallone staccato (4-1). Samantha Fabris viene fermata a muro (3-4). Due errori consecutivi in attacco di De La Cruz valgono la parità a quota 6. I contrattacchi di Samantha Fabris (9-7) e Bethania De La Cruz riportano Kazan a più tre (10-7). Time out per la Dinamo Mosca. Al rientro in campo, De La Cruz va ancora a segno in contrattacco (11-7), poi Babeshina ed Efimova non trovano l’intesa sul primo tempo (12-7). Sukomel (forse pensando già al set successivo) inserisce nuovamente Carlini e Stolyarova. Due muri consecutivi (Biryukova e Koroleva) ed un contrattacco di Samantha Fabris portano al nuovo massimo vantaggio: più otto (16-8). Ancora Samantha Fabris conquista il set point (24-16) e poi chiude il parziale in contrattacco dopo una grande difesa di Startseva: 25 a 16. Quarto set. Rientrano in campo Babeshina e Goncharova. Parziale che si apre con un grandissimo ace di De La Cruz, il contrattacco di Koroleva e l’errore di Goncharova: 3 a 0 Kazan in avvio. Muro di Samantha Fabris su Havelkova (5-1). Shcherban prende il posto di Rusakova. La Dinamo Mosca recupera punto dopo punto con il muro di Goncharova su Biryukova (3-5), il contrattacco di Havelokova (5-6) e pareggia a quota 6 grazie all’errore diretto in attacco di Biryukova. Dopo l’errore in attacco, Biryukova subisce in ricezione sul servizio di Goncharova che vale il sorpasso: 7 a 6 per la formazione moscovita. Contrattacco di Samantha Fabris: Kazan rimette la testa avanti (9-8); Shcherban subisce un muro (10-8) e viene richiamata in panchina; rientra quindi in campo Rusakova. Contrattacco di De La Cruz (12-9). Goncharova riporta la Dinamo Mosca a meno uno (11-12), ma De la Cruz ristabilisce le distanze (15-12). Muro di Maryukhnich su Goncharova (16-12), ace di Samantha Fabris (18-13) e contrattacco di Biryukova: Kazan vola a più sei ed ipoteca la vittoria (19-13). Rientra in campo Carlini e Goncharova (con un pallonetto ed un attacco potente in diagonale) recupera due break (16-19). Rusakova ha il pallone del meno uno ma viene fermata a muro da Maryukhnich (21-18); poi la solita Samantha Fabris in contrattacco rimette Mosca a distanza di sicurezza (22-18). La ricezione moscovita soffre il servizio di Marina Maryukhnich e Koroleva, di prima intenzione, non spreca la free ball: 23 a 18. Il primo tempo di Irina Koroleva vale il match point (24-19) e la partita si chiude sull’azione successiva, al termine di un lungo scambio con la difesa della Dinamo Mosca che non riesce a tenere vivo un pallone dopo il muro subito da Goncharova. Finisce 25 a 19 per la Dinamo Kazan che conquista la quinta Coppa di Russia della sua gloriosa storia, la terza negli ultimi quattro anni. Samantha Fabris è la top scorer con 28 punti realizzati, la capitana Evgeniya Startseva è l’MVP. (Dati Volleyball club Dinamo-Kazan). Nella finale per il terzo posto successo della Lokomotiv Kaliningrad, che si è imposta sull’Uralochka Ekaterinburg 3 a 1 (25-19, 22-25, 25-14, 25-18). In campo maschile finale senza storia tra lo Zenit Kazan e lo Zenit San Pietroburgo. Il centrale Likhosherstov conquista il match point (24-17) e la partita si chiude con l’errore al servizio di Grozer: finisce 3 a 0 (25-14, 25-21, 25-20) per la formazione di Vladimir Alekno ed Alexey Verbov che mette in bacheca la Coppa di Russia per la nona volta (la sesta consecutiva).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...