Qualificazioni olimpiche, girone europeo: la Turchia di Giovanni Guidetti supera la Germania (3-0) e vola a Tokyo 2020!

Giovanni Guidetti sulla panchina della Turchia (Foto FIVB)

Apeldoorn, Olanda. Giovanni Guidetti: un nome, una garanzia. Modenese (classe ’72) dal curriculum impressionante, ad Istanbul è arrivato nel 2008 e da allora continua a sedere sulla panchina del Vakifbank, alla quale, dal 2017, ha aggiunto quella della nazionale turca. Con il club giallo nero ha conquistato 5 Campionati, 3 Coppe di Turchia, 3 Supercoppe, 4 Champions League, 3 Mondiali per Club. Imprese compiute anche con le nazionali allenate, che ha condotto sul podio nelle ultime cinque (consecutive) edizioni dei Campionati Europei: due medaglie d’argento con la Germania (2011, 2013), una con l’Olanda (2015), un bronzo ed un argento con la Turchia (2017, 2019). Proprio nell’ultima edizione, nella finale giocata ad Ankara, la nazionale turca ha sfiorato l’impresa, arrendendosi alla Serbia campione del mondo solo al tie break (2-3; 25-21, 21-25, 21-25, 25-22, 13-15). Giunta in Olanda per giocarsi l’ultimo posto disponibile per Tokyo con le altre pretendenti, la formazione turca ha esordito nella Pool B con una sconfitta contro la Germania (1-3; 15-25, 25-21, 21-25, 21-25), ha poi superato la Croazia (3 a 1; 26-28, 25-12, 25-20, 25-21) e si è giocata il passaggio del turno in un vero e proprio spareggio contro il Belgio, superato al tie break (25-20, 25-15, 20-25, 22-25, 15-10). Il secondo posto nel girone ha avuto come conseguenza l’incrocio in semifinale contro la Polonia, semifinalista agli ultimi campionati europei. Una maratona che ha visto prevalere la squadra di Guidetti 3 a 2 (19-25, 25-18, 23-25, 33-31, 15-11), trascinata dai 36 punti dell’opposto Meryem Boz. In finale, ha quindi affrontato nuovamente la Germania, giunta all’ultimo atto dopo aver estromesso dalla competizione le padrone di casa dell’Olanda in semifinale (3 a 0; 27-25, 25-23, 25-22). Ma, a differenza dell’esordio, l’epilogo è stato completamente diverso, con la Turchia capace di imporsi con un secco 3 a 0 (25-17, 25-19, 25-22) e di centrare così l’obiettivo qualificazione. Guidetti ha schierato la selezione turca con Naz Aydemir Akyol (3) in palleggio e l’opposto Meryem Boz (5) in diagonale, le schiacciatrici Hande Baladin (top scorer con 18 punti) e Meliha Ismailoglu (7), le centrali Eda Erdem Dundar (14) e Zehra Gunes (11), il libero Simge Sebnem Akoz. La selezione tedesca è scesa in campo con la diagonale Hanke (1) / Lippmann (17), le schiacciatrici Othmann (14) e Geerties (2), le centrali Schoelzel (6) e Weitzel (4), il libero Pogany. Ace: 8 a 6 Turchia. Muri: 5 a 5. (Dati CEV)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...