Lega Volley Femminile, anticipo della 15ma giornata: Novara passa con autorità a Brescia soffrendo solo un set (3 a 0)!

Esultano le ragazze della Igor Gorgonzola Novara (Foto Lega Volley Femminile)

Brescia. Al Palasport Jimmy George di Montichiari va in scena l’anticipo della 15ma giornata del massimo campionato di pallavolo femminile. Di fronte due squadre in buono stato di forma, che hanno iniziato il nuovo anno allo stesso modo di come avevano concluso quello appena trascorso, ovvero vincendo. La Banca Valsabbina Millennium Brescia è reduce dal successo di Caserta, ma è alla ricerca di nuovi equilibri da trovare dopo gli innesti di Bechis e Degradi. La Igor Gorgonzola Novara viene invece dalla vittoria interna nel derby contro Cuneo (nel quale la sua palleggiatrice Micha Hancock ha stabilito il record di ace in una partita del campionato di pallavolo femminile: 10). All’andata, al Pala Igor Gorgonzola, furono le bresciane (trascinate dai 37 punti di Camilla Mingardi) ad imporsi per 3 a 2, al cospetto di una Novara priva di Brakocevic e costretta a fare i conti anche con l’infortunio della sostituta Mlakar, in un match che tra l’altro vide Cristina Chirichella mettere a segno 24 punti (di cui ben 13 muri – record per il campionato). Mazzola schiera le padrone di casa con Marta Bechis (arrivata da Caserta) in palleggio e l’opposta Camilla Mingardi a completare la diagonale, Kelsey Veltman e Symon Speech al centro, Alice Degradi (arrivata da Firenze) e Jessica Rivero in banda, il libero Francesca Parlangeli. Dall’altra parte della rete, Barbolini manda in campo le ospiti con la formazione tipo: Micha Hancock in palleggio e Jovana Brakocevic opposta a completare la diagonale, la capitana Cristina Chirichella e Stefana Veljkovic al centro, Elitsa Vasileva e Megan Courtney in banda, il libero Stefania Sansonna. Primo set. Si parte con il servizio di Hancock e l’attacco out di Mingardi. Nell’azione successiva, Bechis cerca Degradi, brava con palla staccata ad usare le mani del muro novarese (1-1). Dopo essere andata a segno in primo tempo, Veljkovic ferma a muro Veltman (3-2). Avvio equilibrato, caratterizzato da difese e tocchi a muro. Il primo break di vantaggio, al termine di un’azione prolungata, lo mette a segno Brakocevic (6-4). L’ace di Rivero riporta le squadre in parità a quota 8. Mingardi attacca out la parellela (10-12), Brakocevic va a segno in contrattacco (13-10), Rivero manda in rete la pipe: più quattro per le ragazze di Barbolini (14-10). Brescia recupera un mini break con il muro di Veltman sul pallonetto di Vasileva (12-14), Hancock lo riconquista con un tocco di seconda (17-13). La Igor è in controllo e gestisce il cambio palla in scioltezza, perchè Hancock è aiutata da una ricezione pressochè perfetta, raramente messa in difficoltà dal servizio delle padrone di casa. Una gran difesa di Courtney consente la ricostruzione che Vasileva trasforma nel punto del più cinque (21-16). Il primo tempo di Chirichella vale sei set point consecutivi (24-18); Rivero annulla il primo da posto quattro, chiude capitan Chirichella in fast: 25 a 19 per Novara. Secondo set. La prima azione nasce da un’ottima ricezione di Courtney ed è finalizzata dal grande attacco da seconda linea di Jovana Brakocevic. Brescia però c’è, serve con maggiore incisività rispetto al primo parziale e con tre contrattacchi consecutivi (uno di Rivero e due di Mingardi), su altrettante prolungate azioni, si porta avanti 5 a 2. Immediata però la reazione delle piemontesi: muro a uno di Vasileva sulla fast di Veltman (4-5) e tocco a rete di Chirichella per la parità (5-5). Si procede a strappi, con le padrone di casa in tentativo di fuga e le ospiti pronte a ricucire. Speech attacca di prima intenzione su una free ball il pallone del più due (8-6). Brakocevic non trova le mani del muro (7-10) e Jessica Rivero va a segno in contrattacco: più quattro per le ragazze di Mazzola (11-7). Time out di Barbolini ed al rientro in campo Vasileva va segno in pipe (8-11). Alle bresciane però, adesso, riesce tutto: il contrattacco di Camilla Mingardi vale il nuovo massimo vantaggio: più cinque (13-8). Dentro Di Iulio e Gorecka al posto di Vasileva e Courtney. Il grande contrattacco di Brakocevic in parallela consente alle piemontesi di recuperare un mini break (11-14). Errore diretto di Degradi che attacca in rete, muro di Chirichella sulla pipe di Rivero: Novara accorcia a meno uno (14-15). Mingardi in diagonale (17-14) e Rivero in pipe riportano le padrone di casa a più quattro (19-14). Sembra l’allungo decisivo, ma Brescia difetta in cinismo e lucidità, mentre a Novara non mancano certo forza e carattere per recuperare ancora. Il turno al servizio di Gorecka mette in crisi la ricezione bresciana: Chirichella (17-19), Di Iulio (18-19) ed Hancock riportano le piemontesi in parità (19-19). Errore diretto di Rivero:  sorpasso Novara (20-19). La gran battuta di Hancock genera la free ball che Brakocevic non spreca (23-22). Difesa di Hancock sull’attacco di Mingardi: le compagne chiamano palla out, Degradi (sulla traiettoria) lascia cadere il pallone che però termina in campo: 24-22. Altro gran servizio di Hancock che consente a Chiara Di Iulio di chiudere a rete di prima intenzione: 25 a 22. Terzo set. Tornano in campo Vasileva e Courtney. Parziale che si apre con il primo tempo di Speech. Brakocevic risponde attaccando anche da posto quattro (1-1). Ace di Veljkovic (3-2), errore in attacco di Degradi: 4 a 2 Novara. Muro di Chirichella sulla pipe di Degradi (6-3). Contrattacco di Courtney (9-5). Ancora Courtney va a segno sulla fre ball generata dal servizio di Chirichella (11-6). Contrattacco di Vasileva: Novara vola a più sei (15-9). Ace di Degradi (12-15). Ace di Brakocevic (17-12), contrattacco di Courtney (18-12). Senza ormai più nulla da perdere Brescia tira fuori l’orgoglio e lascia andare il braccio: contrattacco di Mingardi (16-19), errore diretto di Chirichella: Brescia ricuce fino al meno due (17-19). Barbolini chiama time out. Al rientro in campo Rivero avrebbe la palla del possibile meno uno, ma attacca out senza trovare le mani del muro piemontese (17-20). Contrattacco di Brakocevic da posto quattro (23-19). L’errore di Mingardi al servizio consegna quattro match point consecutivi alle piemontesi (24-20); la stessa Mingardi annulla il primo (21-24) e Jovana Brakocevic chiude i giochi nell’azione successiva: 25 a 21. Novara conquista tre punti preziosi per la zona Champions e, soprattutto, fa un ulteriore passo avanti nella ricerca dei propri equilibri in vista del primo grande appuntamento rappresentato dalla Coppa Italia. MVP, Stefana Veljkovic. Per Brescia, Mingardi ha realizzato 14 punti, Degradi 10, Rivero 9, Speech 5, Veltman 4. Nelle file di Novara, Brakocevic (top scorer dell’incontro) è andata a segno 16 volte, Chirichella 13, Veljkovic 11, Vasileva 7, Hancock 5, Courtney 3, Di Iulio 2, Gorecka e Napodano 1. Ace: 2 a 2. Muri: 6 a 2 Novara. (Dati Lega Volley Femminile)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...