Del Monte Coppa Italia: una Lube infinita piega Perugia al tie break e conquista il trofeo per la sesta volta nella sua storia!

L’esultanza dei giocatori della Cucine Lube Civitanova (Foto Lega Pallavolo Serie A)

Casalecchio di Reno. Per il terzo anno consecutivo Civitanova e Perugia si affrontano nella finale di Coppa Italia. I marchigiani, alla loro decima finale nella competizione, cercano la sesta affermazione (l’ultima fu nel 2016 contro Trento); gli umbri, per la quarta volta all’ultimo atto della manifestazione, cercano il terzo successo consecutivo. Davanti agli 8.952 della Unipol Arena Ferdinando De Giorgi manda in campo la Lube con la diagonale Bruno / Rychlicki, Leal e Juantorena in banda, Anzani e Simon al centro, il libero Balaso; Vital Heynen schiera la Sir Safety con la diagonale De Cecco / Atanasijevic, le bande Lanza e Leon, i centrali Ricci e Podrascanin, il libero Colaci. L’inno di Mameli precede lo spettacolo della finalissima. Primo set. Si parte con il servizio di Leal ed il punto di Leon che si ripete subito dopo in contrattacco: 2 a 0 Perugia in avvio. L’ace di Simon vale la parità a quota 3. Muro di Simon su Lanza (9-8) e contrattacco vincente di Juantorena: sorpasso Civitanova (10-8). La battuta di Ricci mette in difficoltà la ricezione di Civitanova ed Atanasijevic non spreca la free ball (10-10). Muro di Podrascanin su Anzani (12-11). Due ace consecutivi di Leon e la free ball sfruttata da Podrascanin portano la Sir al massimo vantaggio: più quattro (16-12). Juantorena attacca un pallone difficile e poi realizza l’ace che riporta Civitanova a meno due (14-16). L’errore diretto di Kovar (entrato nel finale) e l’attacco di prima intenzione di Leon (dopo una ricezione difettosa della Lube sul servizio di De Cecco) riportano Perugia a più quattro (23-19). Juantorena ha un’opportunità in contrattacco ma subisce il muro di Atanasijevic (24-20) che vale il set point. Lanza trova il gran colpo con palla staccata che chiude il parziale: 25 a 21 per gli uomini di Vital Heynen. Secondo set. Contrattacco di Juantorena: 2 a 0 Lube in avvio. Due errori consecutivi di Leal (attacco out con palla staccata ed invasione a rete) portano Perugia avanti (5-4). Atanasijevic difende su Rychlicki, Leon contrattacca ma viene fermato a muro da Anzani (9-9). Muro di Leal su Lanza ed errore di Atanasijevic: sorpasso Civitanova (13-11). Scambio lungo risolto dal contrattacco di Juantorena: più tre per gli uomini di De Giorgi (15-12). Leon ha la palla del meno uno, ma Rychlicki lo ferma a muro mantenendo le distanze (19-16). L’opposto lussemburghese attacca però out la parallela riportando la Sir a contatto (18-19). Il muro di Ricci su Juantorena vale la parità a quota 21 ed il contrattacco di Leon firma il sorpasso: 22 a 21 Perugia. Juantorena riporta avanti Civitanova (23-22) e, dopo il pareggio di Atanasijevic (23-23), attacca il pallone del set point (24-23). Il muro di Anzani su Leon firma il 25 a 23 per la Lube che pareggia così il conto dei set. Terzo set. Avvio equilibrato. Il primo break lo firma Leon (9-7) che poi realizza l’ace del più tre Perugia (11-8). Muro di Simon su Podrascanin (10-11) che poi si ripete su Lanza riportando la Lube in parità a quota 13. Ancora Simon, stavolta in battuta, provoca la free ball che Juantorena trasforma nel più due, che diventa più tre con l’errore diretto di Ricci in primo tempo: 18 a 15 per gli uomini di De Giorgi. Ricci si riscatta con l’ace che riporta la Sir a meno uno (17-18). Diamantini in campo per Anzani. Contrattacco di Rychlicki ed ace di Diamantini: Civitanova vola a più quattro 23-19. Entrano Russo per Podrascanin e Plotnytskiy per Lanza; quest’ultimo recupera un break (21-23), poi Atanasijevic ferma Leal a muro (22-23). L’errore di Russo al servizio vale il set point Lube: 24-22. Juantorena chiude il parziale in pipe: 25 a 23 per la squadra di De Giorgi. Quarto set. Heynen conferma Plotnytskiy e Russo nel sestetto iniziale, De Giorgi lascia in campo Diamantini. Il primo break di vantaggio è di Perugia: muro di Russo su Rychlicki (10-8). Juantorena pareggia in pipe concludendo un lungo scambio (10-10). Ace di Leon (13-11) e muro a uno di Atanasijevic su Leal: più tre per gli uomini di Heynen (14-11). Leal realizza l’ace del meno uno (14-15) e con la battuta successiva mette in crisi la ricezione umbra, punita da Simon con il punto della parità a quota 15. Ancora Simon, stavolta a muro, ferma Plotnytskyi e firma il sorpasso: 16 a 15 per la Lube. Gran difesa di Plotnytskyi su Leal, Leon contrattacca e firma il contro sorpasso Sir (20-19). Ace di De Cecco: più due Perugia (21-19). Spettacolare difesa di Balaso sulla parallela di Atanasijevic e contrattacco di Leal per la nuova parità a quota 22. Ancora Balaso difende (stavolta su Plotnytskyi) e Leal firma il sorpasso: 23 a 22. De Giorgi inserisce Bieniek in prima linea che trova il match point: 24 a 22 Lube. Dopo il punto di Russo (23-24), Plotnytskyi pareggia in contrattacco a quota 24. Incomprensione tra Bruno e Simon: set point Perugia (25-24). Pareggia Leal (25-25). Atanasijevic viene contenuto dal muro, ma Juantorena per centimetri non trova il campo in contrattacco: nuovo set point per la Sir (26-25). Errore al servizio di Atanasijevic (26-26). Il servizio di Simon costringe Plotnytskyi ad attaccare con palla staccata: la Lube difende e Juantorena trova il nuovo match point Lube (27-26), ma Simon sbaglia la battuta (27-27). Rychlicki in contrattacco trova un altro match point (29-28), Atanasijevic lo annulla (29-29). Muro di Rychlicki su Atanasijevic (30-29), attacco di Leon (30-30). Primo tempo di Diamantini (31-30), Leon risponde ancora (31-31). Leal in parallela conquista l’ennesimo match point (33-32), Atanasijevic risponde d’astuzia (33-33). Sul 34-34 Leon sale in cattedra trasformando in set point (35-34) la free ball generata dal servizio di Plotnytskyi e poi chiude il parziale con il muro su Juantorena: 36 a 34 e si va al tie break. Quinto set. L’ace di Simon apre l’ultima e decisiva frazione. Errore di Leon che non trova il campo in parallela: 3 a 1 Lube in avvio. Muro di Leal su Atanasijevic (6-3) e di Simon su Russo: più quattro per gli uomini di De Giorgi (7-3). Fuori Plotnytskyi e Russo, rientrano Lanza e Podrascanin. Rychlicki trova in contrattacco il mani fuori che vale cinque match point consecutivi (14-9): chiude Leal sul 15 a 10 e la Lube con carattere, cuore e testa conquista la sesta Coppa Italia della sua storia. Juantorena (MVP della finale) è il miglior realizzatore degli umbri con 27 punti realizzati, seguito da Leal che ne mette a segno 23, Simon 15, Rychlicki 12, Diamantini 8, Anzani 5, Bruno e Bieniek 1. Per gli umbri, sono 31 quelli messi a segno dal top scorer Leon, Atanasijevic 19, Podrascanin 9, Lanza 8, Plotnytskyi 7, Russo 5, Ricci 4, De Cecco 2. Ace: 7 a 5 Perugia. Muri: 14 a 10 Civitanova (di cui 6 messi a terra da Simon). (Dati Lega Pallavolo Serie A)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...