Pallavolo Femminile, salta l’accordo tra Associazione Procuratori Volley e Lega: gli Agenti tratteranno con i Club!

(Immagine Lega Volley Femminile)

Nella lettera che la A. P. Volley ha inviato al Presidente (dimissionario) della Lega Volley Femminile, Mauro Fabris ed ai Club di Serie A1 e A2, si legge che l’Associazione dei Procuratori, diversamente, da quanto letto nel comunicato diffuso dalla Lega lo scorso 17 aprile, “smentisce di aver trovato punti di condivisione”. L’Associazione dei Procuratori specifica di aver “richiesto percentuali di pagamento all’atto dell’iscrizione dei club uguali per entrambe le serie A”, e “Tutele di atlete e staff tecnici con ingaggi inferiori a determinate soglie minime esenti da decurtazione, nello specifico pari ad € 12.000 per la Serie A2 ed € 20.000 per la Serie A1” a cui è stato risposto in modo negativo. Quanto alla “richiesta di una fidejussione a garanzia preliminare dei contratti delle atlete” si è parlato di una possibile riforma nella stagione 2020/2021. “…Non possiamo accettare che solo le nostre atlete e gli staff tecnici paghino le conseguenze economiche della pandemia…Ci aspettavamo maggior collaborazione da parte dei club ma ciò non è avvenuto. Ne prendiamo atto e, nostro malgrado, stante le distanze incolmabili tra le due proposte non possiamo che decretare il mancato raggiungimento di un accordo comune. Tratteremo pertanto coi singoli club la definizione degli accordi in essere…” (Fonte: Gold Sport Srl – Agenzia di consulenza sportiva in ambito pallavolistico)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...