Turchia, Bella Haak risponde alle giovanili del VakifBank: “Volevo giocare a pallavolo perché ci giocava mia mamma”

Isabelle Haak durante il Mondiale per Club 2019 (Immagine FIVB)

Istanbul. Come già capitato ad alcune sue colleghe in precedenza, anche Isabelle Haak ha risposto in video conferenza alle domande dei tecnici e delle giocatrici delle selezioni giovanili del VakifBank nell’iniziativa “Staying At Home”. Queste le parole del’opposto svedese: “Ho iniziato a giocare a pallavolo all’età di nove anni. All’inizio giocavo a pallavolo come a un gioco per bambini, limitandomi a tirare il pallone oltre la rete. Quando ero piccola mia madre era una giocatrice di pallavolo, per questo anche io volevo giocarci. Dal giorno in cui ho iniziato non ho mai voluto rinunciare. Se hai questa sensazione, devi pensare al motivo per cui hai iniziato e fino a che punto sei arrivata, immaginando quanto lontano puoi andare. Bisogna lavorare sodo per giocare a pallavolo ad alti livelli. In allenamento bisognerebbe spingersi sempre al limite delle proprie possibilità, dormire bene e nutrirsi in modo sano. Bisognerebbe concentrarsi su quello che si fa per ottenere sempre di più. Ora sono nel club migliore in cui abbia mai giocato. Si può essere sé stessi qui. Ti trattano bene affinché tu possa avere successo”. (Fonte: VakifBank Spor Kulubu)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...