Corea del Sud: dopo 11 anni all’estero la stella Kim Yeon Koung torna a vestire la maglia delle Pink Spiders

Kim Yeon Koung con la maglia della Corea del Sud (Immagine FIVB)

Incheon. Sembrava che, concluso il contratto con l’Eczacibasi VitrA Istanbul, la stella sudcoreana Kim Yeon Koung fosse destinata alla Cina (ed in particolare allo Shanghai in cui aveva già giocato), ovvero ad un campionato più vicino casa e che, terminando la prossima stagione prima rispetto ai campionati europei, le consentisse di prepararsi al meglio in vista dei Giochi Olimpici. Poi, però, all’inizio di questa settimana, dalla Corea del Sud ha iniziato a diffondersi la voce che la schiacciatrice 32enne avesse iniziato a prendere in considerazione l’ipotesi di un ritorno in patria. Dalle Heungkuk Life Pink Spiders è arrivata una prima conferma, quando il 2 giugno la Società ha reso noto di essere stata informata dalla Federazione della volontà della Kim di tornare a giocare in Corea Del Sud, auspicando al tempo stesso di udire tale volontà direttamente dalle parole della giocatrice. Volontà che sarebbe stata espressa ai dirigenti delle Pink Spiders nella giornata di Venerdì (5 giugno), formalizzando di fatto l’avvio di una trattativa che dovrebbe concludersi già all’inizio della prossima settimana, con la firma del contratto ed il conseguente annuncio ufficiale. Di sicuro Kim Yeon Koung (che ha già dichiarato: “Sono felice di rivedere i fan coreani. Farò del mio meglio per renderli felici“) dovrà far fronte ad una notevole riduzione dell’ingaggio (che per quanto mai reso pubblico sembra essere uno dei più alti a livello mondiale), visto che il salary cap della squadra era già stato in gran parte impegnato per portare in rosa Lee Da Yeong, palleggiatrice della nazionale sudcoreana guidata da Stefano Lavarini, che si è così riunita alla sorella gemella, la schiacciatrice Lee Jae Yeong. La Kim torna quindi a vestire la maglia della squadra fondata nel 1971, già indossata tra il 2005 ed il 2009 e con cui aveva conquistato 3 titoli nazionali (2006, 2007, 2009), prima del trasferimento in Giappone (JT Marvelous), in Turchia (Fenerbahce), Cina (Shanghai) e poi ancora Turchia (Eczacibasi). (Fonti: The Korea Herald e The Korea Times)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...