Russia, Valeriya Zaytseva (Lokomotiv Kaliningrad): “voglio essere giudicata per come gioco, non per il mio aspetto”

Valeriya Zaytseva (Foto Lokomotiv Kaliningrad region)

Kaliningrad. La centrale della Lokomotiv Valeriya Zaytseva (nata a Novosibirsk il 24 marzo 1995, 188 cm di altezza), si è raccontata a tutto tondo, iniziando a parlare del periodo di riposo forzato: “Ho trascorso quasi tutto il tempo a Novosibirsk. Adesso la temperatura è gradevole (25 gradi). L’altro giorno però sono stata ad Altai (Siberia) con la famiglia. C’è una natura incredibile, d’indescrivibile bellezza. A Novosibirsk, durante l’autoisolamento, non c’è stato molto tempo libero per rilassarsi, mi sono allenata almeno tre volte a settimana. Mia madre ha un orto e diversi animali (capre, una mucca, galline). Non direi che sono un’amante dell’agricoltura, ma naturalmente ho aiutato la mamma. Devo dire che ho anche munto una capra“. Sul rapporto con i social ed i molti like che riceve sul profilo Instagram: “Non è molto importante per me. Non sono ancora una blogger. Ma i commenti sono positivi al 99%. In sostanza scrivono qualcosa di divertente. O alcune parole gentili. Sì, mi fa piacere, ma non di più. Non mi nasconderò, spesso mi offrono di promuovere il mio account, di dedicarmi alla pubblicità. Ma non ne ho ancora bisogno. Nel complesso, non mi interessa cosa scrivono di me. Ma a volte fa male che prestino maggiore attenzione all’apparenza e non alle qualità sportive. Voglio che sia il contrario. Che scrivano di come gioco e non di come appaio“.La scelta di rifiutare l’offerta della Dinamo Kazan per restare alla Lokomotiv Kaliningrad: “A Kaliningrad, tutto mi va bene. Mi piace la città, il palazzetto, i tifosi. Le condizioni per allenarsi e giocare sono meravigliose. E quando tutto va bene, non c‘è alcun motivo per cambiare squadra. Sì, puoi fare un simile passo se smetti di crescere come atleta. Ma credo che  sto ancora progredendo. Pertanto, la mia scelta è stata questa“. Convocata da Sergio Busato, parteciperà al ritiro della Russia ad Anapa: “Sono entrata nel giro della nazionale solo l’anno scorso. Vediamo come andrà in futuro. Le Olimpiadi sono il sogno di ogni atleta. Mi piacerebbe davvero giocare a Tokyo“. (Fonte: Lokomotiv Kaliningrad)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...