Supercoppa, Conegliano ritorna vincendo: l’Imoco Volley travolge Scandicci (3 a 0) e conquista la finale!

(Immagine Imoco Volley Conegliano)

Vicenza. Senza Kimberly Hill ancora negli States, Daniele Santarelli schiera l’Imoco Volley Conegliano con la diagonale palleggiatore / opposto formata da Joanna Wolosz e Paola Egonu, le bande Miriam Sylla e McKenzie Adams, le centrali Rapahela Folie e Robin De Kruijf, il libero Moki De Gennaro. Massimo Barbolini, senza Malinov che ad inizio settimana ha subito un intervento di pulizia al ginocchio e con Lucia Bosetti non ancora al 100%, manda in campo la Savino Del Bene Volley Scandicci con il sestetto che l’ha vista superare sia Brescia che Monza, ovvero Letizia Camera in cabina di regia e Magdalena Stysiak opposto, Elena Pietrini e Megan Courtney in banda, Marina Lubian e Mina Popovic al centro, Enrica Merlo libero. Primo set. Si parte con il servizio di Megan Courtney ed il pallonetto di Adams che si presenta così al pubblico italiano. Risponde Pietrini: 1 a 1. Egonu ha il braccio subito caldo e va a segno sia da posto due (2-1) che in pipe (3-2). Il primo break lo firma a muro Folie che rimanda nel campo di Scandicci la fast di Lubian (5-3). Camera ridà subito fiducia alla giovane azzurra che centra però l’asta (3-6), poi il muro di Conegliano ferma anche Courtney: più quattro per l’Imoco Volley (7-3). Il muro di Pietrini su Egonu accorcia le distanze (7-9), l’errore di Stysiak le ristabilisce (7-11). Il muro di De Kruijf su Pietrini vale il massimo vantaggio per le ragazze di Santarelli: più cinque (12-7) e time out chiamato da Barbolini. Indecisione tra Camera e Lubian, contrattacco di Adams (14-8). Pietrini recupera un break attaccando alto sulle mani del muro (10-14). Ace di Adams (16-10). Il primo tempo di Popovic si ferma in rete (12-19). Muro di Folie su Popovic: Conegliano vola a più otto (21-13). Pietrini sempre positiva in attacco recupera con intelligenza un altro break dosando con intelligenza il colpo (15-22). La schiacciatrice statunitense McKenzie Adams chiude da protagonista il primo parziale con l’ace (25-17). Secondo set. Si parte con i sestetti invariati. L’errore diretto di Stysiak regala il primo break alle pantere (3-1). Pietrini pareggia i conti con il muro a uno su Egonu (3-3). L’Imoco vince lo scambio più lungo del match e si riprende il break (6-4); poi, un’incomprensione nella metà campo di Scandicci e due muri consecutivi di Conegliano (su Stysiak e Courtney) portano le ragazze di Santarelli a più cinque (10-5). Muro di Adams su Stysiak (13-7). Barbolini inserisce Agnese Cecconello per Lubian. Contrattacco di Pietrini (9-13) che accorcia, ma Adams, sfruttando la free ball conseguente al gran servizio di Egonu, ristabilisce le distanze (15-9). Ace di Stysiak (11-15). Contrattacco di Sylla (17-11). Barbolini chiama in campo anche Srna Markovic al posto di Courtney, ma la Savino Del Bene si smarrisce. Due attacchi out di Cecconello, la pestata di Stysiak da seconda linea ed il muro di Folie su Markovic fanno volare le pantere a più dieci (22-12). L’errore di Camera al servizio chiude un set dominato dalle ragazze di Santarelli: 25 a 14. Terzo set. Scandicci riparte con il sestetto iniziale. Adams apre le danze della terza frazione. Pietrini viene contenuta dal muro e De Kruijf non spreca il contrattacco (4-2). La battuta di Adams mette in difficoltà la ricezione delle toscane: free ball che Sylla trasforma nel più tre (6-3). Muro di Popovic su Folie: la Savino del Bene si riporta a meno uno (7-8). Courtney ha il pallone della parità ma non riesce a chiudere, consentendo ad Adams di tenere Conegliano avanti (9-7). Muro di De Kruijf su Popovic (11-8). Scandicci però è in partita, e con tre contrattacchi di Megan Courtney mette la testa avanti (15-14). Un gran contrattacco di Egonu con palla staccata riporta le pantere avanti (16-15). Incomprensione tra Wolosz ed Adams, controsorpasso Scandicci (17-16) che si porta a più due con un errore di Adams (18-16). Santarelli chiama time out. La battuta di Camera mette in crisi la difesa della pantere, ma Courtney non ne approfitta e subisce il muro di Conegliano che accorcia a meno uno (17-18). Due contrattacchi consecutivi di Egonu riportano avanti l’Imoco Volley (21-20). Si viaggia punto a punto. Il muro di Sylla su Stysiak vale il match point (24-22) e l’errore diretto di Lubian chiude i giochi: 25 a 22 per l’Imoco Volley Conegliano che potrà così difendere il trofeo conquistato un anno fa. Paola Egonu, top scorer dell’incontro (14 punti e 65% in attacco), ai microfoni di Rai Sport: “Siamo molto felici. Siamo riuscite a mantenere il nostro livello di gioco e crescere set dopo set. E‘ stato emozionante giocare all’aperto. Pensavamo fosse più tragica, ma dopo l’allenamento di ieri abbiamo capito che non era così male. Grazie all‘intesa con Wolosz sono riuscita a velocizzare il mio attacco“.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...