Coppa di Russia, trionfa Kazan: Bricio (22), Fabris (23) e la capitana Startseva (MVP) rimontano Mosca

Samantha Bricio, Samanta Fabris ed Evgeniya Startseva (Immagine Volleyball club Dinamo Ak-Bars Kazan)

Mosca. La finale più attesa, un antipasto di quella che con ogni probabilità sarà la sfida per la conquista del titolo nazionale. Un vero e proprio classico dell’era moderna della pallavolo russa, perchè Dinamo Kazan e Dinamo Mosca si erano già affrontate quattro volte per l’ultimo atto della Coppa, sette volte per quello del Campionato. Oggi, a Mosca, in palio c’era la Coppa di Russia. Un solo scontro diretto in stagione, in campionato, che ha visto la formazione della capitale prevalere al tie break nella regione del Tatarstan. Si parte alla pari, senza una favorita, con le formazioni della vigilia (le stesse delle semifinali del sabato) confermate. Rishat Gilyazutdinov ha schierato Kazan con la capitana Evgeniya Startseva in cabina di regia e Samanta Fabris opposta sulla diagonale, Samantha Bricio ed Arina Fedorovtseva in banda, Irina Koroleva e Taisiya Konovalova al centro, il libero Anna Podkopaeva. Zeljko Bulatovich ha mandato in campo Mosca con Tatiana Romanova in palleggio e l’opposta Nataliya Goncharova, le schiacciatrici e ricevitrici Natalia Pereira e Yana Shcherban, le centrali Irina Fetisova ed Ekaterina Enina, il libero Maria Bibina. Sugli spalti c’è l’allenatore italiano della nazionale russa, Sergio Busato. La cronaca. Primo set. Si parte con il servizio di Shcherban ed il muro di Romanova su Fedorovtseva: 1 a 0 Mosca. Inizio con cambi palla regolari e braccio caldo di Pereira, che firma due dei primi quattro punti per la squadra della capitale (4-3). L‘errore di Fabris in pipe regala a Mosca il primo break di vantaggio (9-7), che diventa più quattro dopo i contrattacchi di Goncharova e Pereira, conseguenti agli errori difensivi di Kazan sui servizi di Romanova (12-8). Bricio (9-12) interrompe la serie negativa e Koroleva accorcia con un muro su Fetisova (10-12). Muro di Fabris su Shcherban: Kazan torna a meno uno (12-13). Contrattacco di Enina, errore diretto di Fabris, contrattacco di Shcherban: Mosca allunga a più cinque (18-13). Il set sembra compromesso, ma la Dinamo-Ak Bars ha la forza di reagire. Muro di Konovalova su Pereira (16-19). Bricio difende il diagonale di Pereira e poi cerca e trova il mani out in contrattacco: Kazan torna a meno uno (18-19). Pereira ristabilisce le distanze (21-18), salvo poi subire il muro di Startseva (20-22). Mosca trova il set point con un muro di Fetisova su Bricio (24-20) e conquista il primo set grazie a Goncharova: 25 a 22. Secondo set. Sestetti invariati nel secondo parziale che si apre con il servizio di Koroleva ed il diagonale vincente di Natalia Pereira. Due muri consecutivi (Pereira su Fabris e Romanova su Bricio) portano Mosca sul 3 a 0 in avvio. Kazan reagisce subito e pareggia i conti con il muro di Bricio su Goncharova (3 a 3). Errore diretto di Pereira che attacca out la parallela: Kazan per la prima volta nel match mette la testa avanti (5-4). La ricezione di Koroleva sulla fast di Enina si trasforma in punto: 10 a 8 Kazan. Due contrattacchi vincenti (firmati Fedorovtseva e Fabris) portano Kazan al più tre: 16 a 13. Goncharova pareggia ancora i conti a quota 17, ma un contrattacco di Samantha Bricio, successivo ad una gran difesa di Podkopaeva su Shcherban, regala un nuovo break di vantaggio alla formazione del Tatarstan (19-17). E‘ la fase cruciale del set: muro di Koroleva sulla pipe di Pereira (20-17) e punto di Bricio che vince un duello a rete dopo un’ottima difesa di Fedorovtseva su Shcherban (21-17). La stella della nazionale messicana si ripete poi in contrattacco regalando a Kazan il massimo vantaggio: più cinque (22-17). Fedorovtseva trova il set point grazie ad un grande attacco con palla staccata e muro a tre piazzato contro (24 a 21), prima che l’errore di Pereira chiuda il parziale sul 25 a 21. Uno pari. Terzo set. Kazan ritrova il suo gioco, l’entusiasmo e parte subito forte. Un diagonale vincente di Samanta Fabris da posto quattro apre la terza frazione. Il servizio di Fedorovtseva mette in crisi la ricezione di Mosca e Koroleva ne approfitta chiudendo a rete di prima intenzione. Errore diretto di Pereira: 3 a 0 Kazan in avvio. Sale il livello di Bricio: ricezione e diagonale vincente (4 a 1). Muro di Fetisova su Fabris (3-4). Ace di Samanta Fabris: più quattro Kazan (7 a 3). Goncharova chiude in contrattacco uno scambio prolungato (5-7) e Mosca ritrova poco dopo la partità a quota 7. Ma è un’illusione. Contrattacco vincente di Samanta Fabris (10-8). Poi la serie che spacca in due il set: invasione del muro moscovita (12-9), errore di Pereira (14-10), muro di Bricio su Enina (15-10), ennesimo contrattacco di Fabris (16-10) e muro di Koroleva sulla pipe di Goncharova: 17-10. Natalia Pereira mette fine all’astinenza in attacco della squadra della capitale (11-17), ma è troppo tardi. Contrattacco di Bricio (bersagliata in ricezione dal servizio delle giocatrici di Mosca) e due muri consecutivi di Konovalova: nuovo massimo vantaggio Kazan: più dieci (21-11). Un errore al servizio di Kuznetsova (subentrata nel finale) vale il set point (24-15). Chiude Samantha Bricio direttamente con l’ace: 25 a 15. Quarto set. E‘ Samantha Bricio ad aprire le danze nel quarto parziale (1-0). Dopo un grande attacco in parallela (2 a 1), Samanta Fabris ferma a muro Natalia Pereira (3 a 1). Muro di Konovalova su Goncharova: 4 a 1 Kazan. Fabris ha il braccio caldo e con palla staccata e muro piazzato trova l’incrocio delle righe (5 a 2) con un grande attacco in diagonale. Errore di Fetisova: più quattro Kazan (6 a 2). Mosca accorcia fino al meno uno con i contrattacchi di Goncharova (4-6) e Shcherban (5-6). Ace di Samantha Bricio: 8 a 5. Muro di Goncharova su Fedorovtseva (7-8). Muro di Fabris su Shcherban (11 a 8). Il servizio di Enina mette in difficoltà la ricezione di Kazan: Fetisova chiude a rete (11-12). Il contrattacco di Goncharova riporta le due squadre in parità a quota 13, mentre la successiva invasione del muro di Kazan vale il sorpasso di Mosca: 14 a 13. Errore diretto di Fabris: più due per la squadra della capitale (17-15). Muro di Romanova su Fedorovtseva (21-18). Mosca sembra poter chiudere a suo vantaggio il set e portare le rivali al tie break, ma non sarà così. Muro di Fedorovtseva su Goncharova (20-21). Il servizio di Startseva mette in crisi la ricezione moscovita: Koroleva firma la parità a quota 21. La Dinamo-Ak Bars torna avanti con l‘ace di Fedorovtseva (23 a 22) e, grazie a due muri consecutivi di Irina Koroleva su Pereira, chiude i giochi sul 25 a 22 portando la Coppa di Russia a Kazan per la sesta volta negli ultimi undici anni. La capitana Evgeniya Startseva, come un anno fa, è la MVP; Samanta Fabris (con 23 punti realizzati) è la top scorer, mentre Samantha Bricio ne mette a segno 22, meglio di Goncharova (21). Il tabellino. Dinamo-Ak Bars Kazan: Fabris 23 (di cui 2 ace e 5 muri), Bricio 22 (di cui 2 ace e 3 muri), Fedorovtseva 11 (di cui 1 ace e 2 muri), Koroleva 10 (di cui 5 muri), Konovalova 9 (di cui 6 muri), Startseva (2 punti a muro), Podkopaeva, Kadochkina, Popova, Kotikova. Dinamo Mosca: Goncharova 21 (di cui 2 muri), Pereira 15 (di cui 4 muri), Fetisova 8 (di cui 5 muri), Enina 8, Shcherban 6, Romanova (3 punti a muro), Bibina, Krotkova 2, Kuznetsova 1, Babeshina, Klimets. Ace: 5 a 0 Kazan. Muri: 23 a 14 Kazan. (Dati: Federazione Russa di Pallavolo)

Samantha Bricio e Samanta Fabris (Immagine Volleyball club Dinamo-Ak Bars Kazan)
La capitana ed MVP Evgeniya Startseva (Immagine Volleyball club Dinamo-Ak Bars Kazan)
(Immagine Volleyball club Dinamo-Ak Bars Kazan)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...