Leggende della Pallavolo: Maja Ognjenovic, la miglior setter dell’ultimo decennio sogna Champions ed Olimpiadi

Maja Ognjenovic (Immagine FIVB)

Di seguito la sintesi e traduzione di un articolo pubblicato sul portale della Federazione Internazionale della Pallavolo. I palleggiatori non sono facili da confrontare statisticamente, ma quando si parla di Maja Ognjenovic, pochi sarebbero in disaccordo sul fatto che sia la migliore regista in circolazione, mentre le attuali e le ex compagne di squadra dicono di sentirsi privilegiate e fortunate ad aver giocato con la stella serba. Nell’ultimo decennio, Ognjenovic ha guidato le sue squadre alla conquista di titoli continentali, mondiali e medaglie olimpiche, più di quanto la maggior parte degli atleti possa persino sognare, ma la 36enne serba dice che non ha ancora finito, e spera di ottenere di più negli anni a venire.“Sono felice di aver avuto l’opportunità di giocare nella nazionale serba nell’ultimo decennio e spero di avere l’opportunità di giocare ancora un po’. Perché ho degli obiettivi, mi sento davvero bene in campo e posso dare ancora molto alla pallavolo”, ha detto Ognjenovic.Ma i suoi primi successi sul campo da pallavolo sono arrivati ​​ben prima dell’inizio dell’ultimo decennio. Con la nazionale di Serbia e Montenegro, Ognjenovic ha vinto la sua prima medaglia nel 2006, con il terzo posto ai Mondiali disputati in Giappone. L’anno successivo, la Serbia ha raggiunto la finale dei Campionati Europei conquistando la medaglia d’argento.“Dieci anni fa il gioco era un po’ più lento di adesso, ma il livello è cresciuto di anno in anno”, ha aggiunto la palleggiatrice alta 183 cm. Il primo grande titolo internazionale per Ognjenovic è arrivato nel primo anno dell’ultimo decennio, quando la Serbia ha trionfato agli Europei del 2011. “Non posso dire che il titolo del 2011 sia stato il nostro più grande successo, ma all’epoca era davvero enorme. Ed è stato importante soprattutto perché abbiamo giocato in casa“. Poi sono arrivati un argento alla Coppa del Mondo del 2015, l’argento olimpico di Rio nel 2016, altri due ori Europei (2017, 2019) ed il Campionato del Mondo nel 2018. “Il 2016 è stato un anno importante per noi, perché siamo andate alle Olimpiadi con grandi ambizioni, ma nessuno si aspettava che saremmo arrivate ​​in finale, quindi quella medaglia d’argento è stata davvero speciale”, ha detto Ognjenovic. “E poi, due anni dopo, eravamo in cima al mondo. Cosa può chiedere di più un atleta? Sono orgogliosa di essere parte di tutti questi successi della nazionale serba”. In carriera Ognjenovic è arrivata in cima al mondo anche con i club. Ha guidato l’Eczacibasi VitrA Istanbul alla medaglia d’oro al Campionato Mondiale per Club nel 2016. A livello continentale vanta una Challenge Cup conquistata nel 2009 con Jesi ed una Coppa CEV vinta nel 2018 con l’Eczacibasi. L’unico grande trofeo internazionale a livello di club che ancora manca alla sua bacheca è la Champions League, che quest’anno cercherà di conquistare con il VakifBank. Senza dimenticare le imminenti Olimpiadi. (Fonte: FIVB)

Maja Ognjenovic (Immagine FIVB)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...