Europei, quarti di nobiltà: Polonia (Leon 14) e Russia (Kliuka 21) superano gli ottavi e preparano la super sfida

La Polonia (Immagine CEV)

Gdansk. Nel secondo match di ottavi di finale dell’edizione 2021 dei Campionati Europei di pallavolo maschile, i padroni di casa della Polonia (medaglia di bronzo nell’ultima rassegna continentale), davanti agli 8.526 spettatori accorsi sulle tribune della Ergo Arena di Gdansk, hanno travolto 3 a 0 (25-16, 25-16, 25-14) la Finlandia in appena in 83 minuti. Vital Heynen ha schierato la Polonia con il palleggiatore Fabian Drzyzga in cabina di regia e l’opposto Bartosz Kurek (11, di cui 1 muro vincente e l’83% in attacco) sulla diagonale, i laterali Michal Kubiak (7 punti per il capitano, di cui 3 al servizio e l’89% di ricezione positiva) e Wilfredo Leon (top scorer con 14 punti realizzati, di cui 3 ace, 2 muri vincenti, il 75% in attacco ed il 67% di ricezione positiva), i centrali Jakub Kochanowski (8, di cui 2 a muro ed il 60% in attacco) e Piotr Nowakowski (3, con il 60% in attacco), il libero Pawel Zatorski (89% di ricezione positiva); subentrati: Lukasz Kaczmarek (8, di cui 2 al servizio e 2 a muro), Mateusz Bieniek (3, di cui 2 ace), Tomasz Fornal (2, di cui 1 a muro), Kamil Semeniuk, Damian Wojtaszek, Aleksander Sliwka e Grzegorz Lomacz. Il miglior realizzatore della Finlandia, con 7 punti, è stato Antti Ronkainen. Ace: 10 a 3 per la Polonia. Muri: 8 a 3 per la Polonia. Nel pomeriggio, la Russia si è imposta in rimonta con il punteggio di 3 set ad 1 (22-25, 25-16, 25-22, 25-22) sull’Ucraina in 2 ore e 4 minuti di partita. Tuomas Sammelvuo ha mandato in campo la Russia con Pavel Pankov (2, di cui 1 al servizio) in palleggio ed Egor Kliuka (top scorer con 21 punti realizzati, di cui 4 ace, 2 muri vincenti ed il 50% in attacco) opposto, Dmitrii Volkov (14, di cui 1 al servizio, 1 a muro ed il 72% di ricezione positiva) e Yaroslav Podlesnykh (13, di cui 1 muro vincente ed il 67% di ricezione positiva) in banda, Ivan Iakovlev (8, di cui 2 al servizio ed 1 a muro) ed Iliyas Kurkaev (6, di cui 1 muro vincente e l’83% in attacco) al centro, Valentin Golubev (50% di ricezione positiva) libero; subentrati: Igor Kobzar (4, di cui 1 a muro – titolare nel quarto parziale al posto di Pankov), Evgeny Baranov e Pavel Tetyukhin. Nelle file dell’Ucraina, 14 punti per Yurii Semeniuk ed 11 per Oleh Plotnytskyi. Ace: 8 a 4 per la Russia. Muri: 10 a 7 per l’Ucraina. La Polonia (campione del mondo in carica) e la Russia (medaglia d’argento alle Olimpiadi di Tokyo) si sfideranno ai quarti di finale in un match che promette spettacolo ed emozioni. (Dati: CEV)

La Russia (Immagine CEV)
Ergo Arena, Gdansk (Immagine CEV)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...